Attività in Autunno-Inverno

L’autunno è il periodo delle “sagre”: ogni Comune si distingue per la “propria” festa che celebra i prodotti della terra e i piatti della tradizione. Per gli amanti della natura, poi, assistere al fenomeno del foliage,  non può lasciare indifferenti. I boschi della Sila, già dai primi giorni di Ottobre, esplodono in colori straordinari e fiabeschi.

Nel periodo invernale talvolta la neve cade già prima di Natale, ma è in febbraio che la Sila s’ammanta totalmente di bianco e uno spettacolo mozzafiato appare agli occhi dei visitatori. Nella zona sorgono efficienti impianti di risalita realizzati con moderne infrastrutture.

Sci alpino e sci di fondo

Sono numerose le piste omologate per praticare tutti i diversi tipi di sci. Le stazioni di partenza e di arrivo sono dotate di bar, tavola calda, ristorante, pronto soccorso, punti di noleggio e vendita di attrezzature da sci, per offrire al turista i migliori comfort per una vacanza indimenticabile.

Pista BOB

La pista da bob su rotaie è lunga circa un chilometro e si snoda armonicamente nei boschi della Sila. Per raggiungere la stazione di partenza, si può utilizzare un comodissimo tapis roulant. Un’esperienza green grazie all’impianto ecologico tutta da vivere.

Le ciaspolate

Le racchette da neve consentono di muoversi in paesaggi intatti, di riappropriarsi di ambienti selvaggi e valli incontaminate, di entrare in piena sintonia con la natura. Con le ciaspole ai piedi si possono fare tragitti meravigliosi alla scoperta delle tracce lasciate dagli animali.

Escursione ambientalistica

Circa 600 chilometri di sentieri percorribili per gli amanti del trekking, ma anche per fare una semplice passeggiata tra la natura e i profumi dell’autunno. Si può decidere di inoltrarsi da soli (i sentieri sono segnalati e ne viene indicata la durata, i KM e il grado di difficoltà) oppure avvalersi di una guida autorizzata (l’Albo delle guide si trova sul sito dell’Ente Parco Nazionale della Sila).

Il treno a vapore della Sila

Un viaggio nel tempo a bordo dello storico treno a vapore della Sila. Dalle antiche carrozze si può ammirare tutta la maestosità del paesaggio montano che in autunno si colora di giallo e arancio mentre in inverno è completamente sommerso dalla “dama bianca”. Il trenino raggiugere il villaggio di Silvana Mansio, la stazione ferroviaria più alta d’Europa.

I giganti della Sila - FAI

Visita alla Riserva Naturale del Fallistro, bene FAI (Fondo Ambiente Italiano) dal 2016 denominato “I Giganti della Sila”. Un lembo di pineta dove gli alberi sopravvivono intatti dal ‘600, raggiungendo i 45 metri di altezza e diametri fino a due metri. Un maestoso spettacolo della natura! L’accesso è consentito solo a piedi.

San Giovanni in Fiore

Visita al centro storico di San Giovanni in Fiore e all’Abazia Florense, fondata dall’Abate Gioacchino da Fiore intorno al 1200, che lega la sua storia a quella dell’intero paese. Da non perdere il Museo demologico che documenta la storia, l’economia e le tradizioni della gente dell’altopiano silano.